Ambassador: addio o mia cara

Siamo agli sgoccioli. Quella razzista di mia moglie ha deciso che non ne può più della nostra cara e vecchia Ambassador bianca e vuole comprare una nuova e prosaica Toyota Innova. Donna senza cuore e senza sentimenti!

Per me non ha senso cambiarla. Certo, non va in moto quando piove, non ha i tergicristalli, le chiusure centralizzate, gli alzacristalli elettrici, il riscaldamento, i sediolini non si muovono, le luci si accendono (quando decidono di farlo) con interruttore anteguerra, lo stereo acceso amplifica il rumore del motore, quando piove l’acqua entra nell’abitacolo, passa gran parte del suo tempo sotto le esperte (?) mani del meccanico Shivnath di Palika Bhawa (vero cimitero degli elefanti/ambassador) che per le strade, fa lo stesso rumore di un carro armato a cui non mettono l’olio negli ingranaggi dalla prima guerra punica, devi prima vincere l’olimpiade nel sollevamento pesi e poi riesci a girare lo sterzo, ma è pur sempre l’Ambassador!

Vi prego, convincetela voi, subissatela di messaggi qui. Non si può stare in India senza una Ambassador. Le Toyota, lasciamole ai fighettini.

5 commenti

Archiviato in Diario indonapoletano

5 risposte a “Ambassador: addio o mia cara

  1. mimmo

    Forse ha ragione tua moglie. Il sito della Toyota si è subito aperto ed è apparso una bella vettura compatta, mentre quello dell’ambassador non vuole saperne di aprirsi. Un segno del destino?

  2. Nello

    Appresso a quei due stai diventando prosaico e privo di fantasia. L’Ambassador è un must. Se me la porto in Italia, ci facciamo i matrimoni. Poi vedi che denari.

  3. mimmo

    Sono finalmente riuscito ad aprire il sito dell’Ambassador. Niente male, soluzioni tecniche d’avanguardia (riferite a trenta anni or sono) e design accattivante. Mi ricorda tanto la Moskvich che ho guidato anni addietro. 1600 di cilindrata, motore con aste e bilancieri di derivazione Fiat 124, consumo medio 2 km al litro, quattro marce tutte non sincronizzate e nonostante il peso notevole, senza servosterzo. E pensare che Gino P. gira in Mercedes due posti……

  4. Nello

    Gino P. non ha famiglia e frequenta i palazzi delpotere. Io al massimo frequento vico Castelluccio e e tu sai dove. Posso mai girare con la Mercedes 2 posti?

  5. Pingback: Si chiude bottega « Indonapoletano's Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...