In volo con le modelle

Solo magre e belle sui voli indiani. Ma soprattutto solo donne. Secondo le ultime statistiche infatti, tra gli assistenti di volo delle compagnie indiane, solo uno su sette è un uomo. A tenere alta la media delle hostess in numero maggiore degli steward, è soprattutto la compagnia Kingfisher, fondata dal magnate dell’alcool Vijay Mallya.

mallya.jpg Vijay Mallya*

Lo stesso proprietario della compagnia, nella quale le hostess sono vestite con vertiginose minigonne e tacchi tutto in rosso fuoco, sceglie ad una ad una le sue hostess, ovviamente guardando più le loro misure che i loro curricula. E a noi malatoni ci piace volare con Kingfisher.

Vijay, che è proprietario della multinazionale United Breweries Group e quest’anno sponsorizza la Toyota in Formula 1, proprio per queste sue scelte personali è quello che paga di più le hostess: 600 euro al mese a differenza degli altri che pagano dai 400 ai 500. Lui vuole solo il meglio, anche il servizio sui voli di Kingfisher è diverso e migliore. Non pensate male: semplicemente tratta anche i viaggiatori di economica come fossero in business.

Questo è l’annuncio di ricerca delle assistenti di volo di Kingfisher (lo lascio nell’originale inglese):

Inviting “Flying Models” who exude charm, vibrance & professionalism. Females in the age group of 20-30 with a zest to serve and prime concern for the safety of our Guests on board. Candidates should be minimum HSC with fluency in English, outgoing personality and the ability to work in a team environment. Preference will be given to candidates with experience in similar capacity in an airline. Application must be accompanied with a passport size & full length photograph.

“Le donne- ha spiegato Rajesh Verna, executive Vice President di Kingfisher – sono tradizionalmente associate con l’ospitalità, la dolcezza, hanno ottime attitudini all’accoglienza. Aggiunto a questo un quoziente di glamour, forniamo ai nostri viaggiatori una perfetta esperienza di volo”.

Il dato che però colpisce è quello dell’assenza maschile. In un paese fortemente maschilista (non venite a parlarmi di Sonia Gandhi, che è solo esponente di una dinastia) il dato delle hostess giovani e belle non fa che sminuire il ruolo della donna. La stessa Air India ha deciso di lasciare a terra le hostess in sovrappeso. Poichè nella compagnia di bandiera le assistenti di volo usano il classico sari (nelle altre compagnie ci sono minigonne, tailleurini, camicette, etc) i rotoloni di ciccia debordano. E la gente non vola.

kingfisher2.jpg

Già da tempo l’Air India aveva deciso di cominciare a cambiare la sua immagine a partire dall’equipaggio. Nel maggio scorso, un regolamento interno aveva vietato l’assunzione (e la possibilità di lavoro in aereo al personale già assunto) ad uomini e donne con il viso butterato da acne. Non è tollerata nessuna imperfezione nel viso e nel fisico.

Ma la scelta di Air India, più che nell’ottica di migliorare il servizio, sembra volta a contrastare le nuove compagnie low-cost indiane che hanno deciso di puntare su personale iovane e soprattutto poco vestito. A cominciare, proprio dalla Kingfisher, che ha assunto reginette di bellezza che al classico sari indiano hanno preferito minigonne con spacco, calze di seta e camicetta, una rarità anche nella vita quotidiana indiana.

Anche grazie a questa nuova immagine e ad una serie di servizi (massaggi a bordo, personale che effettua il check-in direttamente al posto dei viaggiatori e distribuzione gratuita dell’omonima birra della compagnia aerea), la Kingfisher sta acquisendo quote di mercato insieme alle altre nuove compagnie low-cost che stanno puntando sul glamour e l’immagine delle hostess per acquisire clienti.

*© Jonathan Drake/Bloomberg News /Landov

Annunci

12 commenti

Archiviato in Vita indiana

12 risposte a “In volo con le modelle

  1. Pingback: Presentata prima scuderia indiana di Formula 1 « Indonapoletano’s Weblog

  2. Pingback: Sei chiatta? Non puoi fare la hostess in India « Indonapoletano’s Weblog

  3. Pingback: I musulmani posso volare sugli aerei del re dei liquori « Indonapoletano’s Weblog

  4. Pingback: La nuova lega di Cricket indiana nell’occhio del ciclone « Indonapoletano’s Weblog

  5. Pingback: Le partite di cricket senza sculettamenti « Indonapoletano’s Weblog

  6. sanoj

    i want 2 play in ipl next year in ur team..

  7. Pingback: Mumbai o Bombay è comunque bella (ma anche incasinata) « Indonapoletano’s Weblog

  8. Pingback: Hostess licenziate perchè grasse « Indonapoletano’s Weblog

  9. Pingback: Mallya acquista gli oggetti di Gandhi e il governo ne rivendica il successo « Indonapoletano’s Weblog

  10. Pingback: Vijay Mallya smentisce di aver acquistato gli oggetti di Gandhi per conto del governo « Indonapoletano’s Weblog

  11. Once you know what sorts of bets could be positioned, any mystery
    around the game may spread.

  12. Ho imparare alcuni giusto roba qui. Sono Certo vale bookmarking per rivisitare.
    I meraviglia come molto tentativo metti a creare tale magnifica
    sito. Maramures Grazie, buona giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...