Tribunale le vieta custodia figlia perchè è sieropositiva

Un tribunale indiano ha vietato la custodia della figlia ad una donna sieropositiva. Il fatto è accaduto a Jaipur, nello stato nord occidentale indiano del Rajasthan, e lo ha denunciato una associazione per i diritti dei malati di HIV. Secondo il racconto dell’associazione, la donna fu costretta a lasciare sua figlia di nove anni ai nonni nel 2005, due anni dopo la morte di suo marito che l’aveva infettata. Ieri la sentenza: la corte ha stabilito che lei non può prendersi cura della bambina perché è sieropositiva, e ha affidato la bambina ai nonni settantenni. La decisione del tribunale va contro gli indirizzi della Suprema Corte che più di una volta ha garantito il diritto alle donne, anche malate, di custodire i figli. Ma i problemi per la donna non sono finiti qui, perché nel dare la sentenza, la corte ne ha resa pubblica l’identità, nonostante la sua richiesta di tenerla nascosta. In ossequio ad un articolo della Costituzione, la suprema corte aveva chiesto che l’identità dei malati di HIV rimanesse confidenziale.

Lascia un commento

Archiviato in Vita indiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...