In galera chi copia agli esami

Copiatori, maghi della cartucciera, dello scopiazzamento indiscriminato e dei foglietti volanti, fate attenzione. A Mumbai il governo ha deciso di inasprire le pene, facendo finire in carcere gli studenti che copiano ma anche gli insegnanti che avrebbero dovuto controllare.

La decisione è stata presa dopo aver notato un incremento del numero dei copiatori beccati dai controlli: nel 2005 erano 2607, nel 2006 ne sono stati beccati 2656, mentre nel 2007, i copiatori presi in flagrante sono stati 2670.

Ma non solo galera. Per evitare che si copi, nelle aule di esame saranno installate delle telecamere a circuito chiuso e nei pressi delle scuole saranno chiuse e vietate le copisterie e gli internet cafè. Inutile dire che prima di entrare in aula saranno controllati con ispezioni approfondite gli studenti per evitare che portino telefonini, pc, Ipod, fogli e altro, mentre le finestre e le porte verranno sigillate.

Ovviamente, i genitori sono contenti m gli studenti no. E neanche qualche docente accondiscendente che teme la galera per i suoi aiuti. Molti studenti accusano i docenti, dicendo che se quetsi fossero bravi insegnanti, loro non avrebbero necessità di copiare perché conoscerebbero bene le materie.

Altro che cartucciere, formule e temi nascosti in ogni parte del corpo. Gli indiani hanno deciso di prendere seriamente l’argomento, utilizzando metodi da servizi segreti. Se fossero venuti al mio liceo, avrebbero dovuto lasciare libero un intero padiglione di Poggioreale solo per la mia classe.

Annunci

1 Commento

Archiviato in Notizie curiose

Una risposta a “In galera chi copia agli esami

  1. mimmo

    In india pubblicano statistiche su studenti sorpresi a copiare…. mah! Certo visti i numeri, o gli studenti indiani sono molto imbranati, o quelli italiani sono molto bravi a copiare, almeno alcuni.
    Cito un episodio esemplare: un mio compagno di classe consegnò il suo compito di stenografia, a proposito come disse Beppe Grillo all’assemblea Telecom, Io sono un Ragioniere. Quando lo ritirò l’insegnante gli disse: “Questo tuo compito è straordinario! se lo vedi così merita sette, poi rigirò il compito e disse se visto così 3. Il mio caro amico aveva copiato tutto il compito, ma non conoscendo nemmeno i rudimenti del sistema Gabelsberger-Noe, lo aveva copiato capovolto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...