Più controlli su artisti in Cina dopo concerto di Bjork

La Cina “rafforzerà i controlli” sugli artisti stranieri che si esibiscono nel paese dopo che, lo scorso fine settimana, la cantante islandese Bjork ha inneggiato al Tibet indipendente alla fine di un concerto tenuto a Shanghai. Lo afferma il ministero della cultura di Pechino in un comunicato apparso sul suo sito web. “Un’ artista ha deliberatamente trasformato uno spettacolo commerciale in una esibizione politica, in disprezzo della legge cinese e dei sentimenti del popolo cinese”, si legge nel comunicato. Dopo aver cantato il suo pezzo “Dichiarazione d’indipendenza” – scritto per il Kososvo – Bjork ha urlato “Tibet, Tibet…alza la tua bandiera”. La Cina, secondo funzionari del ministero, potrebbe “non autorizzare mai più” Bjork ad esibirsi nel paese. La notizia della protesta della cantante è stata accuratamente nascosta dai mezzi d’informazione cinesi ma si è diffusa nel paese quando un filmato del concerto è comparso sul sito web YouTube. Il Tibet é stato conquistato nel 1950 dall’ esercito cinese e la Cina lo considera parte integrante del proprio territorio. Il leader spirituale del Tibet e premio Nobel per la Pace, il Dalai Lama, vive in esilio dal 1959 ed è considerato dalla Cina un pericoloso nemico.

Lascia un commento

Archiviato in Free Tibet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...