La più grande democrazia del mondo contro i tibetani

Il governo indiano ha confermato oggi la linea dura contro i manifestanti tibetani ed ha giustificato gli arresti di oggi e dei giorni scorsi, spiegando che “nessuna attività politica anti-cinese sarà permessa ai rifugiati tibetani in India”. In una conferenza stampa, il portavoce del ministero degli esteri indiano Navtej Sarna ha spiegato che il governo ha la responsabilità di mantenere l’ordine pubblico, quindi “ogni attività che causi problemi (all’ordine pubblico) verrà bloccata in ottemperanza alle leggi in vigore”. Sarna ha inoltre detto – riferendosi agli oltre cento giovani che vogliono attraversare il nord dell’India per raggiungere il Tibet – che “a nessuno, senza regolare documento d’identità e visto è permesso attraversare confini internazionali”. Eppure una volta l’India era amica dei tibetani e non era molto vicina alla Cina. Ma gli accordi economici possono tutto.

Lascia un commento

Archiviato in Free Tibet, Vita indiana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...