Rahul Gandhi non sarà tedoforo

Niente torcia olimpica per Rahul Gandhi. Il figlio di Sonia Gandhi e segretario generale del partito del congresso indiano ha dovuto rifiutare l’invito dell’India Olympic Association (IOA) ad essere tedoforo il prossimo 17 aprile, dopo che lo Special Protection Group (Spg), il commando di elite che protegge i vip, non ha dato il via libera. Lo dice la televisione indiana IBN Live. La proposta era arrivata ieri con una lettera inviata da Suresh Kalmadi, presidente dell’IOA, a Rahul Gandhi e ad altri politici del Congresso. Dietro il rifiuto di Rahul anche, secondo il Times of India, dei risvolti politici. La presenza del giovano rampollo della dinastia Gandhi-Nehru al passaggio della torcia a Delhi lungo il Raj Path (la lunga strada che collega il monumento ai caduti con la residenza del presidente della repubblica, la stessa strada usata per la parata militare), avrebbe caricato di significati politici in chiave di relazione indo-cinesi. Intanto il percorso della fiaccola e’ stato ridotto da 9 a 3 chilometri e tutto il percorso e’ stato già da oggi recintato con transenne e cavalli di frisia. In citta’ sono attesi molti tibetani da Dharamsala e manifestazioni pro Tibet.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Free Tibet, Vita indiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...