Il Dalai torna a parlare di dimissioni

Il Dalai Lama ha detto oggi a Seattle (USA) che rinuncerebbe al suo incarico se la violenza in Tibet ”dovesse esplodere sfuggendo ad ogni controllo”. ”Se la violenza dovesse esplodere sfuggendo ad ogni controllo – ha detto oggi il Dalai Lama in una conferenza stampa a Seattle, sulla costa nord-occidentale degli Stati Uniti – la mia sola opzione sarebbe quella di dare le dimissioni”. ”Se la maggioranza delle persone dovesse lasciarsi andare ad azioni violente, allora dovrei rinunciare”, ha affermato. Il leader spirituale del Tibet e’ impegnato in una visita di cinque giorni a Seattle. Il Dalai Lama e’ favorevole solo a proteste non violente nei confronti della fiaccola olimpica e contro la repressione in Tibet. Il leader spirituale ha ribadito che il suo traguardo non e’ la secessione per il Tibet ma piuttosto quello di giungere ad una autonomia per il Tibet. Ma a suo giudizio e’ sempre piu’ difficile adesso per il Tibet fare altre concessioni oltre a quelle gia’ fatte. La repressione violenza delle proteste in Tibet e le accuse di violazioni dei diritti umani da parte della Cina hanno portato diversi gruppi a lanciare appelli per il boicottaggio delle olimpiadi di Pechino. Il presidente cinese Hu Jintao aveva affermato ieri a Pechino che il Tibet ”e’ un problema interno” della Cina. Col Dalai ama si puo’ trattare – aveva aggiunto – ma solo dopo che avra’ ”rinunciato alle attivita’ secessioniste” e smesso di ”sabotare le olimpiadi”. Il presidente cinese aveva affermato che ”il nostro conflitto con la cricca del Dalai Lama none’ un problema etnico, religioso o di diritti umani. E’ il problema di mantenere la madrepatria unita o di lasciare che sia divisa”. Il leader cinese aveva aggiunto che ”la barriera ai contatti non sta dalla parte nostra ma piuttosto dalla parte del Dalai Lama”. Sempre ieri le autorita’ cinesi avevano annunciato l’arresto di nove monaci del monastero di Tangxia che avrebbero ”confessato il crimine” di avere tentato di far saltare un ordigno rudimentale il 23 marzo scorso in un edificio governativo del Tibet orientale. Non e’ stato chiarito se l’attentato abbia provocato vittime.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Free Tibet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...