La fiaccola in Pakistan, paura attentati

E’ arrivata questa notte in Pakistan la torcia olimpica che oggi fara’ il suo debutto in Asia nella capitale pachistana Islamabad. Il charter con la fiamma disegnata sulla carlinga e’ arrivato nella notte da Mascate a Rawalpindi, sede dellì’esercito pachistano a pochi chilometri da Islamabad, ed e’ fermo nella base dell’aviazione pachistana. Oggi pomeriggio alle 16 ora locale, le 12 in Italia, la torcia sara’ portata in staffetta all’interno dello stadio di Islamabad, dinanzi a circa 8000 invitati, tra i quali il presiente Musharraf e il primo ministro Gilani, protetti da oltre 3000 tra agenti, militari e paramilitari. All’inizio la federazione olimpica pachistana aveva pensato di far correre la torcia lungo la via Jinnah, che si snoda dinanzi al parlamento pachistano, scelta poi caduta sullo stadio a causa del pessimo tempo e di questioni di sicurezza. In Pakistan non si aspettano proteste pro Tibet anti cinesi: la Cina e’ per il Pakistan il piu’ importante partner commerciale anche nel campo delle armi, dal momento che Pechino e’ il primo fornitore di armamenti di Islamabad. I pericoli, secondo fonti di sicurezza pachistane, potrebbero arrivare dai terroristi islamici legati ad Al Qaeda che sfrutterebbero il passaggio della fiaccola, e quindi l’attenzione dei media internazionali sul Pakistan, per mettere in atto attentati. In poco piu’ di un anno, sono morte oltre 1000 persone in attentati nel paese. Da Islamabad la fiaccola partira’ poi per New Delhi dove sara’ portata domani in staffetta.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Diario dal subcontinente, Free Tibet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...