La torcia a Delhi: un dispiegamento di forze mai visto, neanche per Bush

Più agenti di polizia che spettatori nella tappa indiana della torcia olimpica, considerata la più difficile della fiamma olimpica in giro per il mondo in vista delle olimpiadi di Pechino. Duecento gli arresti al termine di quella che la stampa indiana definisce una giornata ‘storica’ ed ‘entusiasmante’, enfatizzando l’assenza di incidenti e ricordando quelli avvenuti a Londra e a Parigi. L’India ospita non solo il Dalai Lama e il governo tibetano in esilio, ma anche oltre 100 mila tibetani della diaspora. Per questo si temevano incidenti, ma oggi era arduo, se non impossibile, tentare di sabotare il percorso della fiamma olimpica. I 2,3 chilometri di percorso, ridotto per questioni di sicurezza dai 9 iniziali, che si snodavano dal Rashtrapati Bhawan, residenza un tempo del viceré britannico e ora del presidente della repubblica indiana, attraversavano la diritta Raj Path per poi raggiungere il Gate of India, il monumento ai caduti, erano off limits da ore. Tutto serrato in zona: chiuse le stazioni delle metropolitane, chiusi i diversi ministeri, porte e finestre sbarrate, elicotteri, agenti sui tetti. Raj Path era delimitata da una doppia barriera in ferro guardata da due ordini di agenti, tra cui anche gli agenti cinesi. La fiaccola era scortata, oltre che dai soliti accompagnatori, da agenti scelti delle forze speciali indiane pronti ad intervenire; 17000 secondo il Times of India, gli agenti dispiegati. Ci sono voluti 40 minuti ai 70 tedofori, 47 tra atleti ed ex atleti il resto attori e vip, per arrivare al Gate of India dove erano in attesa un migliaio di bambini delle scuole elementari, che sventolavano bandiere indiane e cinesi. Ammessa la sola tv di stato indiana, che non ha mandato in onda le riprese della accensione della torcia. In quel momento, infatti, prendendo di sorpresa la polizia, una trentina di tibetani hanno tentato di interrompere la cerimonia. Secondo la stampa indiana, i trenta sono stati affrontati dalla polizia con bastoni e poi arrestati. Senza gravi incidenti la controstaffetta che i militanti pro Tibet hanno organizzato in un’altra zona della città. La manifestazione parallela è cominciata in tarda mattinata al Raj Gath, il luogo che conserva il memoriale dove il Mahatma Gandhi fu cremato. Qui leader di tutte le fedi religiose hanno pregato sulla ‘tomba’ del Mahatma ed hanno acceso una fiaccola da quella che brucia perennemente sul memoriale del padre della patria indiana, consegnando poi la fiaccola ai manifestanti pro Tibet. Poco più di due ore per raggiungere il Jantar Mantar, l’osservatorio astronomico settecentesco che il governo indiano ha assegnato ai tibetani come scenario delle loro manifestazioni. Qui spettacoli, discorsi, mostre e feste. Non sono mancati però momenti di tensione, che hanno portato al termine a contare un bilancio di duecento arresti. Si è cominciato in mattinata, con una decina di arresti nei confronti dei tibetani che volevano entrare nell’albergo che ospitava la fiaccola. Altri sono stati arrestati dinanzi all’ambasciata cinese, e qualcuno perfino all’inizio della controstaffetta, quando la polizia ne ha impedito la partenza. La maggior parte degli arresti è avvenuta nei pressi di Raj Path, quando un centinaio di attivisti hanno cercato di sfondare in diverse parti per interrompere la staffetta, quella vera. Arresti sono stati eseguiti anche a Mumbai, Bangalore e Calcutta. In serata, oltre 300 attivisti sono stati arrestati a Kathmandu. In serata la fiaccola è partita alla volta di Bangkok. Con piena soddisfazione delle autorità indiane che si rallegrano per aver fatto una bella figura nei confronti della Cina, recente ma molto utile alleato.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Free Tibet, Vita indiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...