Anto’ fa caldo

Caspita, fa veramente caldo. Siamo al 22 aprile e abbiamo già raggiunto i 40 gradi. In Orissa sono morte 25 persone, le scuole hanno chiuso con dieci giorni di anticipo, rispetto alle tradizionali vacanze estive che cominciano a maggio. Se queste sono le premesse, mi immagino già fra qualche giorno boccheggiante. I metereologi hanno detto che oggi è stata la giornata più calda del periodo, con otto gradi oltre la media stagionale. Bella soddisfazione quella di saperlo! E con il caldo cominciano anche i blackout. Oggi la corrente è mancata due volte. Io ho comprato un nuovo inverter e pare che funzioni, i ventilatori ventilano. Ho tenuto un po’ la finestra aperta, come ho fatto nei giorni scorsi: mi dava l’impressione che qualcuno da fuori alla finestra con un mega asciugacapelli buttasse dentro casa aria calda. Sempre i metereologi hanno pronosticato un monsone imponente, che dovrebbe portarci un po’ di fresco a luglio. Speriamo. Ma tempo maggio. Se non mi sentite, è perchè mi sono squagliato.

1 Commento

Archiviato in Diario indonapoletano, Monsone, Vita indiana

Una risposta a “Anto’ fa caldo

  1. Ok per il monsone a luglio. Ve lo auguro di cuore.
    Ma, nel mentre, maggio e giugno , che fai?
    E comunque,persino in Aktau non è che faccia poi tanto freddo……
    Forse che forse questa storia del surriscaldamento globale non sia tanto campata per aria? 🙂

    Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...