Aumenta la benzina e tutto il resto. E i poveri? Fangala!

Aumenta la benzina, aumenta anche qui. Arriverà poco sotto l’euro. Conveniente, direte voi. Si, se ragionate in termini italiani, no se in quelli indiani, dove con due euro il tassista ti porta all’aeroporto percorrendo una quindicina di chilometri. Il governo le ha provate tutte per non farla aumentare, soprattutto versando nelle casse delle compagnie degli aiuti in soldoni. La preoccupazione non è tanto per i costi non più sostenibili dalla maggior parte della gente. Chissenefrega di loro. Il fatto è che fra circa un anno si vota. E servono i voti di tutti che devono portare con loro tutte le reincarnazioni precedenti, se no col cavolo che Sonia rivince. I prezzi sono aumentati troppo (non lo dicevamo anche in Italia?), la gente non ce la fa ad arrivare a fine mese. In Italia ci si ferma alla terza settimana, qua a stento molta gente arriva alla seconda. Una donna che fa le pulizie in una casa indiana, lavora 24 h su 24 7 giorni su 7 e guadagna dai 20 ai 40 euro al mese. Un chilo di lenticchie costa intorno ai 60 centesimi di euro, la farina da 40 a 50. La frutta ha avuto una impennata incredibile. Fate voi due calcoli. Stamattina ho preso una spremuta d’arancia in albergo voe vado per tagliarmi i capelli. Mi è costato 3 euro. Si, capisco, ero in un albergo, in Italia costa di più, bla bla bla. Ma qua le 200 rupie che mi è costato il succo, servono a una persona per mangiarci (almeno riso, lenticchie e pane) due settimane. L’aumento è si dato dall’inflazione che galoppa più velocemente della crescita annua del PIL, ma viene il sospetto che ci siano anche molte speculazioni. Che, ovviamente, vengono fatte sulle spalle della povera gente. Non è che starò diventando comunista?

Annunci

2 commenti

Archiviato in Vita indiana

2 risposte a “Aumenta la benzina e tutto il resto. E i poveri? Fangala!

  1. mimmo

    Non penso visto che te ne vai a gustarti un succo di frutta in un albergo a cinque stelle. E poi ti lamenti…
    Oramai i comunisti si trovano solo in Birmania, Nepal e Cina, oltre naturalmente all’Italia, dove il 95% dei comunisti dichiarati ha la barca a mare e gode di ottime ricchezze personali. Forse tu appartieni a quest’ultima categoria?

  2. Zimo

    Lo sei sempre stato e non lo sai …è giunta l’ora di esserlo anche in cabina elettorale…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...