Nepal: ex re Gyanendra lascia per sempre palazzo reale

L’ex re del Nepal, Gyanendra, ha lasciato stasera per l’ultima volta, alle 20.30 ora locale, il palazzo reale di Narayanhiti per trasferirsi nella sua nuova residenza poco fuori Kathmandu, il palazzo di Nagarjuna.
Gyanendra e’ uscito accompagnato da sua moglie, l’ex regina Komal e dagli uomini della scorta. Centinaia di persone si sono radunate all’esterno del palazzo per assistere alla partenza di Gyanendra; al suo passaggio, a bordo di una mercedes nera,alcuni hanno issato manifesti contro la monarchia e hanno cantato slogan anti monarchici. Da stasera dunque Gyanendra vivra’ come un privato cittadino. Il governo nepalese ha acconsentito a fornirgli un contingente di 75 persone per la sua difesa, rigettando pero’ la sua richiesta
di poter contare su 400 persone. Trasferendosi a Nagarjuna, inoltre, Gyanendra e sua moglie hanno dovuto rinunciare a tutto il personale di servizio del palazzo, 600 persone tra segretari, camerieri, giardinieri, autisti, cuochi etc. Il figlio di Gyanendra e Komal, noto soprattutto per il suo stile di vita libertino, vivra’ invece da solo in una residenza privata a Kathmandu. ”Non ho intenzione di lasciare il mio paese – ha detto Gyanendra in una conferenza stampa tenutasi a palazzo reale poche ore fa – la mia vita e’ qui. Voglio restare e contribuire allo sviluppo del Nepal”.
”E’ ora responsabilita’ del governo repubblicano prendersi cura del Nepal”, ha detto ancora Gyanendra, affermando di accettare e rispettare la volonta’ del popolo e la trasformazione del suo paese in repubblica.
L’ex sovrano viveva nel palazzo di Narayanhiti dal 2001, dopo il massacro della famiglia reale, ad opera del principe Dipendra, nel quale morirono l’allora re Birendra (fratello di Gyanendra) e altri otto membri della famiglia reale. Morto Birendra Gyanendra sali’ al trono. Sebbene non sia stato mai provato il suo coinvolgimento, nel Paese si diffuse l’idea che dietro il massacro ci fosse la mano proprio di Gyanendra.
”Voglio chiarire che non c’entro nulla con la morte di mio fratello Birendra – ha detto oggi l’ex re come per chiudere quel capitolo -la mia famiglia e’ stata ingiustamente infamata per quel fatto”. La monarchia in Nepal e’ stata definitivamente abolita lo scorso 28 maggio quando l’Assemblea Costituente ha deciso la
trasformazione del Paese in repubblica. L’ex sovrano continuera’ a svolgere attivita’ imprenditoriali.
Gia’ prima di diventare re era noto per i suoi interessi nel campo del turismo, del tea e del tabacco.
L’enorme e lussuoso palazzo di Narayanhiti diventera’ presto un museo.

Advertisements

1 Commento

Archiviato in Diario dal subcontinente

Una risposta a “Nepal: ex re Gyanendra lascia per sempre palazzo reale

  1. E’ proprio il caso di dire: “Mejo tardi che mai”

    😉

    Ciao da Simone, ti leggo sempre con estremo interesse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...