Il Brunetta nepalese chiude funzionario nel cesso del ministero

Un ministro nepalese ha chiuso in un bagno per oltre un’ora e mezza un funzionario del suo ministero che riteneva corrotto, e migliaia di impiegati statali sono scesi in piazza per protestare. Matrika Yadav e’ un leader maoista e ministro della conservazione del suolo e delle foreste nel governo nepalese. Il ministro aveva ordinato ai suoi funzionari di non autorizzare miniere e cave nella zona di Lalitpur (altro nome di Patan, seconda citta’ della valle di Kathmandu), mentre invece un funzionario del suo ministero, Dandu Raj Ghimire, forse dietro pagamento di una tangente, come ipotizza il giornale Kantipur news, ne ha autorizzata una. Oltre 4000 dipendenti pubblici di Patan sono scesi in piazza chiedendo le scuse e le dimissioni del ministro maoista il quale, in una conferenza stampa, ha ammesso di aver chiuso il funzionario nella toilette dicendo di averlo fatto per mostragli cosa significa vivere e lavorare in un ”ambiente schifoso”. Il ministro Yadav, non solo non si e’ scusato e non annuncia le dimissioni, ma ha promesso di andare avanti nella sua opera moralizzatrice contro quelli che ha definito funzionari corrotti.

Lascia un commento

Archiviato in Diario dal subcontinente, Notizie curiose

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...