Allagamenti in Bihar

Sono oltre 2 milioni le persone colpite dall’inondazione del fiume Kosi, che ha interessato 15 distretti del poverissimo stato indiano del Bihar. E piu’ di 120mila persone, che erano state colpite dalle inondazioni della settimana scorsa, sono state recuperate dai soccorritori e portate in salvo in luogo sicuro. Lo hanno detto fonti ufficiali locali. La situazione nello stato nord orientale indiano, che patisce da una settimana l’ingrossamento del fiume Kosi che e’ straripato sommergendo migliaia di case tra India e Nepal, sta molto lentamente migliorando, anche se i meteorologi hanno chiesto di mantenere alto il livello di allarme almeno per le prossime 48 ore. Il primo ministro indiano, Manmohan Singh, oggi ha sorvolato le zone colpite e ha parlato di ‘calamita’ nazionale’, e ha deciso di stanziare 10 miliardi di rupie, circa 230 milioni di dollari, per le vittime dell’inondazione e la ricostruzione. Dall’inizio dell’inondazione, sono morte 55 persone, anche se il bilancio potrebbe aumentare perche’ alcune zone non sono state ancora raggiunte dai soccorritori. Sono 396 le barche messe a disposizione dalle forze armate indiane per i soccorsi, mentre altre 700 sono state recuperate dal governo locale per portare in salvo gli abitanti delle zone sommerse dalle acque del fiume.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Monsone, Vita indiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...