La moglie non parla hindi e l’attore viene boicottato

La famiglia Bachchan al completo. Davanti a sx Amitabh, Aishwarya Rai, Jaya Bachchan e alle sue spalle il delfino Abishek

E’ incerto il futuro dell’ultimo film della piu’ grande star di Bollywood Amitabh Bachchan. Come gia’ successo in passato, attivisti del Maharashtra Navnirman Sena (MNS), un partito fondamentalista che sogna lo stato del Mahastrhra (dove e’ capitale Mumbai, l’ex Bombay) di soli cittadini originari di quella zona, senza immigrati da altri stati, ha nuovamente attaccato l’attore, denominato ”leggenda vivente”. Bachchan, originario dello stato dell’Uttar Pradesh ma residente per ragioni di lavoro a Mumbai, era stato gia’ attaccato dagli stessi fondamentalisti l’anno scorso, quando decise di aprire una scuola per bambine povere proprio nell’Uttar Pradesh e non a Mumbai, intitolandolo alla nuora Aishwarya Rai, ex miss universo e anch’essa attrice. Allora gli attivisti dell’MNS avevano lanciato bottiglie contro la casa dell’attore. Stasera i membri dello stesso partito hanno attaccato un cinema di Mumbai dove era in programma la prima del nuovo film di Bachchan, ‘L’ultimo Lear‘. Per questioni di sicurezza, l’uscita del film e’ sospesa a Mumbai e nello stato del Maharashtra, mentre e’ in dubbio se avverra’ nelle altre citta’. La scintilla contro la ”leggenda vivente” e’ scoppiata due giorni fa quando sua moglie Jaya, senatrice indiana, in un discorso pubblico si e’ rivolta in hindi scusandosi per non parlare in maharathi, la lingua dello stato di Mumbai. Il leader dell’MNS, Raj Thackeray, nipote dell’ottuagenario Bal Thackeray leader dello Shiv Sena, primo partito nazionalista in Maharashtra e dal quale Raj si e’ staccato considerandolo troppo indulgente, ha cosi’ bandito la proiezione di tutti i film della famiglia Bachchan in Maharasthra, nonostante sia Jaya sia Amithab abbiano chiesto scusa per il discorso della senatrice. I produttori de ‘L’ultimo lear’ hanno protestato con le autorita’ di Mumbai, soprattutto eprche’ essendo Bachchan un attore di grande richiamo, rischiano di perdere molti soldi. Hanno annunciato una nuova premiere a Delhi nei prossimi giorni. Thackerai non vuole pero’ sapere storie e continua a spingere i suoi per il boicottaggio di tutta la famiglia Bachchan che, in passato, ha minacciato di lasciare Mumbai. Il leader fondamentalista e’ stato anche arrestato diverse volte. L’ultima e’ stata nello scorso febbraio dopo aver incitato i suoi ad attaccare e cacciare da Mumbai gli immigrati provenienti dagli altri stati, soprattutto i poveri Bihar e Uttar Pradesh. Ci furono scontri e manifestazioni in molte citta’ del Maharashtra e a Mumbai molti negozi rimasero chiusi. A Nasik, non lontano dall’ex Bombay, oltre 10.000 indiani del nord lasciarono la citta’ per paura di ritorsioni. Non e’ la prima volta che attori e loro film vengono banditi dagli stati indiani. Prima di Bachchan era capitato anche ad Aamir Khan, attore impegnato molto in tematiche sociali, famoso fuori dall’india per essree stato il protagonista e il produttore di Lagaan, il film indiano candidato all’oscar qualche anno fa. Khan ha abbracciato la causa di Medha Paktar, attivista che si batte per i diritti dei contadini in Gujarat, nel nord dell’India, quelli che hanno perso le proprie terre a causa della costruzione di una diga. Come per Bachchan oggi, per Aamir Khan fu emesso il bando per i suoi film in Gujarat. E la famiglia di Bachchan ha dovuto subire anche altre protetse. Il film ”Jodha Akhbar”, sulla storia della moglie del dell’imperatore moghul Akbar, che ha come interprete principale Aishwarya Rai, fu attaccato alla sua uscita l’anno scorso da manifestanti in Rajasthan, furiosi perche’ nel film la figura della protagonista, che era di origine rajasthana, veniva messa in cattiva luce. Anche in quel caso, il film fu bloccata nello stato nord occidentale del Rajasthan, ma fu proiettato nel resto del paese.

Annunci

1 Commento

Archiviato in Vita indiana

Una risposta a “La moglie non parla hindi e l’attore viene boicottato

  1. Pingback: La moglie non parla hindi e l’attore viene boicottato | AAMIR KHAN BLOG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...