Ex operai attaccano filiale indiana di azienda italiana, ucciso direttore

Un uomo e’ stato ucciso, una sessantina di arresti e diversi feriti in una fabbrica sussidiaria indiana di una azienda italiana. E’ stata una giornata di paura, fortunatamente senza conseguenze per loro, quella che hanno vissuto ieri cinque italiani a Noida, citta’ dello stato settentrionale dell’Uttar Pradesh, considerata un sobborgo di New Delhi. I cinque, tecnici che lavorano per la Graziano Tramissioni, erano presenti nella sede locale dell’azienda italiana costruttrice di sistemi di trasmissione e motori per automobili, quando c’e’ stato uno scontro tra i dipendenti alla polizia che ha portato alla morte del responsabile locale dell’azienda. I problemi, per la sede indiana dell’azienda italiana, sono cominciati tre mesi fa quando la Graziano Trasmissioni ha annunciato che avrebbe interrotto alcune linee. Alla notizia 200 dipendenti furono allontanati perche’ distrussero alcune parti della fabbrica durante le proteste per i licenziamenti. Alcuni impiegati ed operai ieri pomeriggio si sono recate in azienda per discutere i termini del reintegro. I problemi sono cominciati quando i dipendenti non hanno accettato alcune condizioni e hanno deciso per una manifestazione di protesta all’esterno della fabbrica. Nonostante si fosse una ingiunzione della corte che impediva ai dipendenti di avvicinarsi a 300 metri dalla fabbrica, 200 di loro hanno cominciato ad urlare nei confronti del management societario. I vertici dell’azienda hanno immediatamente chiamato la polizia, ma nessun agente e’ arrivato. Il direttore della fabbrica e presidente della sezione indiana della Graziano Trasmissioni, Lalit Kumar Chaudhary, ha tentato di riportare la calma, ma e’ stato attaccato dalla folla ed e’ stato ucciso con bastoni di ferro e martelli. Dagli scontri tra gli impiegati licenziati e il personale di sicurezza della fabbrica, sono rimaste ferite oltre 50 persone. Dopo ore e’ intervenuta la polizia che ha arrestato 65 ex dipendenti.

Lascia un commento

Archiviato in Vita indiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...