I maoisti contro ballerine e Miss Nepal

Il governo maoista del Nepal ha cominciato un’azione moralizzatrice nel paese, con l’obiettivo di ”migliorare i costumi, estirpare la volgarita”’ e ridurre la prostituzione. Nell’ambito di questa campagna, il governo ha imposto la chiusura dopo le 23:00 ai dance bar, i locali nei quali ci sono delle ragazze che ballano, di solito su un palco, muovendosi al ritmo della musica dei film di Bollywood. Secondo il governo maoista, questi locali in realta’ nasconderebbero un racket di prostituzione, che sfrutterebbe ragazze dei remoti villaggi del Nepal reclutate dietro minacce o la speranza di facili guadagni. Ma, come era successo gia’ in India dove a Mumbai e’ stato adottato un provvedimento analogo, queste ragazze, molte delle quali semplici cameriere, si stanno ribellando a questa decisione anche se hanno paura della reazione dei giovani iscritti al partito maoista del premier Prachanda. I giovani maoisti, infatti, organizzano ronde continue soprattutto a Kathmandu e nella valle, obbligando alla chiusura molti locali e spesso aggredendo gestori riluttanti. Secondo molti osservatori, la decisione del governo favorira’ la prostituzione nel paese, perche’ le ragazze che vi sono impiegate dovranno trovare un’alternativa ai soldi che perdono con la chiusura o con la riduzione d’orario. La furia moralizzatrice dei maoisti nepalesi si e’ anche scagliata contro il concorso di Miss Nepal, ufficialmente annullato per questioni di sicurezza. Dopo infiniti rinvii, il governo ha fatto sapere agli organizzatori che non e’ in grado di assicurare la sicurezza al concorso. Ma, come hanno denunciato le aspiranti miss e gli organizzatori del concorso in una conferenza stampa a Kathmandu, la decisione del governo deriva dalla volonta’ della sezione femminile del partito maoista di vietare simili manifestazioni che inculcherebbero falsi miti nelle ragazze.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Diario dal subcontinente

2 risposte a “I maoisti contro ballerine e Miss Nepal

  1. Nello, quanto sono idioti e bigotti! E poi vorrebbero rendere il Nepal (dove hanno quadruplicato il costo dei visti) un paradiso per i turisti! I soliti autogol nepalesi.
    Non ho parole!
    Ciao, Niki

  2. Dimenticavo, Nello. Sicuramente in un paese così evoluto, pulito ed efficente come il Nepal la prima cosa da fare era moralizzare i dance bar!!!!!!
    Niki

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...