Ritorna “in vita” il piccolo buddha

Ram Bahadur Bamjan, il ragazzo da molti ritenuto la reicarnazione di Buddha, e’ ricomparso in Nepal, dopo essere stato nella giungla per oltre un anno, nei pressi della citta’ di Nijgadh, a circa 160 chilometri dalla capitale, Kathmandu. Alla notizia del ritorno di Bamjan, centinaia di devoti sono subito partiti per recarsi a rendergli onore. Il ragazzo sin dalla sua prima apparizione, nel 2005, viene considerato da molti la reicarnazione di Buddha in quanto passa interi mesi seduto in meditazione sotto un albero, apparentemente senza mangiare e senza bere. Molti ritengono invece che si tratti di un impostore. Bamjan, che e’ apparso in buona salute, vestito in un abito bianco, secondo quanto riportato dalla stampa locale nepalese, ha parlato ai suoi seguaci, invocando la pace e l’assenza di discriminazioni. Le autorita’ buddiste non hanno mai esplicitamente dichiarato Banjam come reincarnazione di Buddha. Molti sin dall’inizio hanno mostrato scetticismo sulla vicenda in quanto ai visitatori era consentito vederlo solo da lontano ed ogni tanto i suoi seguaci lo nascondevano alla vista del pubblico utilizzando una sorta di tenda. Era stato infatti proprio questo particolare a insospettire i piu’ scettici, secondo i quali il ragazzo approfittava proprio di questi momenti per nutrirsi. Le autorita’ nepalesi hanno anche chiesto, per sciogliere il dilemma, l’aiuto di alcuni esperti di buddismo, i quali tuttavia non sono riusciti a giungere a delle conclusioni precise non avendo avuto la possibilita’ di studiare a fondo il fenomeno perche’ appunto Bamjan si era dileguato, nascondendosi nella giungla. Mistificatore o santo? chi può dirlo? certo è che il ragazzo non si fa vedere da vicino, non si fa toccare e si nasconde dietro una tenda. Qualcosa significherà.

Annunci

1 Commento

Archiviato in Diario dal subcontinente, Notizie curiose

Una risposta a “Ritorna “in vita” il piccolo buddha

  1. Ricordo di quando “scomparve”… mi impressionò perchè con lo sguardo della profana pensai: “Ma è un bambino! E se gli succede qualcosa!” Sapere che ora è tornato quindi mi rallegra e mi affascina allo stesso tempo, “stare nella giungla per un anno” certo non è da tutti, Buddha o no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...