L’esercito dello Sri Lanka conquista importante passo

L’esercito governativo dello Sri Lanka ha conquistato oggi l’importante Passo Elefante che collega l’isola ex Ceylon alla piccola penisola settentrionale di Jaffna, roccaforte dei Tamil. La conquista del passo e’ stata annunciata in termini vittoriosi dal presidente cingalese Mahinda Rajapaksa, e rappresenta un importante passo avanti dell’esercito nella sconfitta dell’Esercito di Liberazione delle Tigri Tamil,(Liberation Tigers of Tamil Eelam, LTTE), che si batte da oltre venti anni contro Colombo per la creazione di uno stato a maggioranza Tamil. Il passo e’ un piccolo passaggio che collega la penisola settentrionale di Jaffna, con l’omonima citta’ alla punta settentrionale, da sempre sotto controllo di Colombo, al resto del paese. Nove anni fa, in una cruenta battaglia con oltre 350 vittime militari, i Tamil persero il controllo del passo, impedendo i collegamenti tra Colombo e Jaffna. La vittoria di oggi, che non e’ stata commentata dai Tamil, ha spinto i ribelli dell’LTTE a chiudersi nella loro roccaforte di Mullaitivu, dopo che la settimana scorsa l’esercito di Colombo espungno’ la capitale politica dei Tamil, Killinochci. Oramai, l’imponente attacco scagliato da settimane dall’esercito cingalese, ha ridotto di molto l’esercito delle Tigri, riconquistando importanti roccaforti e passaggi, costringendo i ribelli guidati da Velupillai Prabhakaran, oramai non piu’ di 3000 secondo fonti giornalistiche e dell’esercito cingalese, a rinchiudersi nell’ultima citta’ porto nella parte orientale del paese. I media filo governativi parlano di grande vittoria, di inizio della fine per i ribelli. La settimana scorsa, dopo la caduta della capitale politica dei Tamil, un kamikaze dei ribelli si fece esplodere a pochi metri dal quartier generale dell’esercito cingalese. Oggi nessun attentato dei Tamil mentre Prabhakaran, fanno sapere fonti di stampa vicine ai Tamil, ha ordinato ai suoi di ingerire cianuro prima di essere arrestati e ha fatto sapere che le tigri combatteranno fino all’ultimo uomo. Oltre all’esercito, chi esce vincitore da tutta questa situazione e’ sicuramente il presidente Mahinda Rajapaksa il quale, appena eletto nel 2005, annuncio’ il pugno duro contro i terroristi Tamil. Alla notizia della presa del passo Elefante, per le strade di Colombo e in altre citta’ dello Sri Lanka, molti cittadini sono scesi in piazza a festeggiare e ad inneggiare al governo e a Rajapaksa. Questo, nonostante stamattina migliaia in piazza avevano protestato contro la violazione dei diritti civili nel paese, dopo l’uccisione del direttore di un giornale anti governativo e vicino all’opposizione.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Diario dal subcontinente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...