Malati di un ospedale cingalese in ostaggio per essere scudi umani

Funzionari della Croce Rossa e delle Nazioni unite hanno denunciato di essere stati respinti dalle Tigri Tamil che avrebbero preso in ostaggio oltre 300 pazienti di un ospedale per utilizzarli come scudi umani. Lo scrive oggi il quotidiano dello Sri Lanka Daily News. Secondo le informazioni, una colonna di ambulanze, camion e mezzi di Croce Rossa e ONU ha cercato di raggiungere Puthukkudiyiruppu, dove si sapeva della presenza di malati in un ospedale, per portarli nell’ospedale di Vavuniya che si trova in zona sicura. L’esercito dello Sri Lanka ha aperto per loro un corridoio ma, una volta raggiunto l’ospedale, i funzionari sono stati rimandati indietro da uomini armati dell’esercito di liberazione delle Tigri Tamil. A questo punto l’esercito ha deciso di intervenire per aiutare i funzionari di ONU e ICRC a recuperare i malati, ma le Tigri avrebbero dispiegato le lettighe con i malati per farsi scudo.

Annunci

1 Commento

Archiviato in Diario dal subcontinente

Una risposta a “Malati di un ospedale cingalese in ostaggio per essere scudi umani

  1. Marchino

    L’uomo è una delle poche specie del pianeta,
    che uccide anche tra la stessa specie ..
    tra ideali, religione e quant’altro..
    L’uomo grande intelligenza ma anche grande
    stupidità… no comment per le tigri disumane tamil, si commentano da sole…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...