Libero lo scienziato pachistano che vendette segreti nucleari a Corea del Nord e ad altri paesi

Abdul Qadeer Khan, il settantaduenne scienziato nucleare padre della bomba atomica pachistana, e’ stato liberato oggi e prosciolto da ogni accusa di proliferazione nucleare, dopo cinque anni di arresti domiciliari. Lo scienziato era stato arrestato a seguito dell’ammissione, nel 2004, di aver venduto segreti e tecnologie nucleari a Iran, Libia e Corea del Nord. Il suo rilascio ha scatenato le reazioni di diversi paesi, India, Francia e Stati Uniti in testa. Per New Delhi, ha parlato il sottosegretario agli esteri Anand Sharma, secondo il quale ”la mossa e’ un altro esempio dell’inganno del Pakistan. Il rilascio di Abdul Qadeer Khan dannoso alla pace globale e alla sicurezza”. Eric Chevallier, portavoce del ministro degli affari esteri francese, ha detto che Parigi ”e’ un po’ preoccupata per la decisione”. Gli Stati Uniti, che hanno sempre chiesto di poter interrogare Khan, hanno definita ”dannosa” l’assoluzione e il rilascio di Khan. Washington appena due settimane fa aveva imposto sanzioni a 3 societa’ e a tredici persone implicate nella vendite nucleari di Khan il quale, secondo l’ex direttore della CIA George Tenet, ”e’ pericoloso come Osama Bin Laden”. La notizia della liberazione di Khan e’ stata salutata in Pakistan con entusiasmo, dal momento che lo scienziato e’ considerato un eroe nazionale, l’uomo che ha spaventato l’India con il test nucleare del 1998. ”Sono soddisfatto per la decisione della corte – ha detto lo scienziato dalla sua casa -. Liberarmi e’ stata una questione tra me e il governo, non ha nessuna connessione con gli USA”, confermando che lui non deve parlare con nessun paese straniero, non deve dar conto a nessun altro se non al suo paese, per il quale vuole continuare a lavorare, annunciando di volersi impegnare nell’educazione dei giovani. Abdul Qadeer Khan e’ stato sempre nell’occhio del ciclone. Gia’ nel 1983, dopo aver lasciato da qualche anno l’Europa, fu condannato ad Amsterdam a quattro anni per spionaggio. Ma i suoi traffici, che non si e’ mai saputo quanto fossero personali e quanto invece con l’avallo del governo e dei vertici militari pachistani che all’epoca erano guidati dal generale presidente Pervez Musharraf, furono scoperti nel 2003. In quella occasione la Libia, per cercare di uscire dall’isolamento, offri’ a CIA e ai servizi inglesi i piani nucleari che Khan aveva venduto a loro, facendo emergere che lo scienziato li aveva ceduti anche a Iran e Corea del Nord. Nel 2004 in una intervista televisiva in Pakistan, Khan ammise di aver venduto segreti nucleari a quei paesi e fu arrestato, nonostante avesse chiesto il perdono del paese. Musharraf lo perdono’ e lo confino’ ai domiciliari, una misura abbastanza disattesa, visto che lo scienziato e’ stato libero di incontrare persone, di rilasciare interviste e di uscire da casa. In una delle ultime interviste, nel luglio scorso, Khan alla televisione pachistana ammise di aver venduto nel 2000 carburante nucleare alla Corea del Nord, con il placet di Musharraf.

Abdul Qadeer Khan

Abdul Qadeer Khan

Advertisements

2 commenti

Archiviato in Diario dal subcontinente

2 risposte a “Libero lo scienziato pachistano che vendette segreti nucleari a Corea del Nord e ad altri paesi

  1. Ade

    Impegnarsi nell’educazione dei giovani?! Mi chiedo cosa insegnerà a questi giovani…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...