Il carnevale dei candidati alle elezioni indiane

Attori di Bollywood, industriali, giocatori di cricket, commentatori televisivi, politici di professione: non mancano le sorprese spulciando l’elenco dei 5365 candidati che da giovedi’ si daranno battaglia per assicurarsi uno dei 543 seggi della Lokh Saba, la camera bassa del parlamento indiano. Nutrita la presenza giovanile: 1994 candidati hanno dichiarato di avere dai 25 (eta’ minima per candidarsi) ai 40 anni. Solo 177 i candidati ultra settantenni, tra i quali i due maggiori pretendenti alla carica di primo ministro: Manmohan Singh (Partito del Congresso), 77 anni, attuale capo del governo e Lal Krishna Advani, capo del Bharata Janathya Party (BJP) di 81 anni. Sono invece 82 i candidati che non hanno dichiarato la loro eta’ per cui vengono registrati, sull’elenco ufficiale della Commissione elettorale indiana, con l’eta’ di 99 anni. Tra i giovani, anche Rahul Gandhi, figlio di Sonia e dell’ex primo ministro Rajiv ucciso in un attentato, che si candida ad Amethi, nell’Uttar Pradesh, uno dei collegi storici della sua famiglia. Al posto suo, che da segretario generale del partito di cui sua madre e’ presidente sta girando il paese per tenere comizi, ad Amethi e’ scesa in campo per fare campagna elettorale la sorella Pryanka, che non ha nessun ruolo in politica. La figlia di Sonia gira il collegio in compagnia dei suoi due figlioletti, tanto che i media parlano gia’ della quinta generazione dei Gandhi-Nehru in una campagna elettorale. Il candidato piu’ ricco di tutti i collegi risulta essere Khimji Bhai Patadia, un imprenditore edile che ha dichiarato un patrimonio di 514 crore, pari a 75,6 milioni di euro. Ma i milionari sono tanti: in un solo collegio dello stato del Gujarat, nel nord ovest, i due candidati dei partiti maggiori hanno dichiarato in totale un patrimonio di 35 crore, 4 milioni di euro. E’ probabilmente il Samajwadi Party, il partito socialista, quello che ha nelle sue fila piu’ attori. Dopo aver ingaggiato la stella di Bollywood Sanjay Dutt, che non a potuto candidarsi per essere stato condannato a sei anni per terrorismo, nominandolo poi segretario generale del partito, il SP ha rubato al congresso l’ex miss India e campionessa di nuoto Nafisa Ali, con una brillante carriera di attrice alle spalle. Le fanno compagnia Manoj Tiwari e Jayaprada, due degli attori piu’ acclamati del panorama cinematografico indiano. L’ex capitano della nazionale di cricket Mohammad Azharuddin scendera’ invece in campo per il congresso, mentre il suo ex compagno di squadra ora commentatore televisivo Navjot Singh Sidhu ha di nuovo scelto il BJP. Nelle fila del Congresso, per lo stato del Kerala, si e’ candidato Shashi Tharoor, ex vice segretario generale delle Nazioni Unite, che era stato candidato a succedere a Kofi Annan alla guida del palazzo di vetro, poi sconfitto da Ban Ki-moon. Come indipendente, invece, si e’ candidato il capitano Gopinath, il pioniere dell’aviazione civile a basso costo indiana, fondatore della prima compagnia low cost del subcontinente. Assente eccellente alle elezioni, oltre a Sanjay Dutt, Varun Gandhi, nipote di Indira, in galera per aver fatto commenti razzisti contro i musulmani. Il giovane, 28 anni, unico figlio di Sanjay Gandhi che mori’ in un incidente aereo quando il ragazzo aveva pochi mesi, doveva prendere il posto di sua madre nel collegio di Pilibhit per il partito del BJP, in opposizione a suo cugino Rahul e a sua zia Sonia. In un comizio ha detto che gli induisti avrebbero tagliato la testa ai musulmani, e cose’ e’ stato arrestato. Niente candidatura neanche per sua madre. SI e’ invece ripresentato il ministro degli esteri Pranab Mukherjee, per le file del Congresso, che a 72 anni e’ tra i candidati che hanno partecipato a piu’ elezioni.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...