Domani la quarta e penultima fase delle elezioni indiane

Si terra’ domani la quarta fase delle elezioni indiane che, dalle 7 alle 17, vedra’ oltre 94 milioni di elettori chiamati a scegliere tra 1315 candidati per 85 seggi divisi in otto tra stati e territori dell’Unione indiana. Si votera’ a Delhi, oltre che negli stati settentrionali del Punjab, Haryana, Bihar, Rajasthan, Jammu e Kashmir, Uttar Pradesh e West Bengala. Tra i candidati, 165 dei quali hanno precedenti penali e 259 sono milionari, spiccano il ministro degli esteri Pranab Mukherjee, veterano del partito del Congresso, il ministro delle ferrovie e padre padrone del Bihar, Lalu Prasad Yadav e diverse stelle di Bollywood. A Srinagar, nello stato del Kashmir, si daranno battaglia invece fratello e sorella in due diversi partiti. 139 le donne candidate in questa quarta fase, al termine della quale, si sara’ votato per 457 dei 543 seggi assegnati per elezione della Lokh Saba, la camera bassa del parlamento indiano, visto che altri due seggi vengono assegnati dal presidente dell’Unione indiana tra la comunita’ anglo-indiana. Nel West Bengala si votera’ anche a Nandigram e a Siligur, dove c’erano le fabbriche della Tata Nano fatte chiudere da un sindacato locale, e dove ci sono stati scontri con morti tra manifestanti e polizia. Sara’ un test importante per il governo locale che in quella occasione non riusci’ a tenere gli impianti industriali che sono stati trasferiti in altri stati. La fase di domani, la penultima prima di quella del 13 maggio, e’ stata preceduta da una apertura del partito del Congresso verso i comunisti del West Bengala, paventando la possibilità di una alleanza dopo che, all’inizio della tornata elettorale, l’alleanza gia’ sperimentata durante questa legislatura era stata esclusa. Questo perche’ i comunisti tolsero il loro appoggio esterno al governo indiano guidato dal Congresso, dopo la firma dell’accordo nucleare con gli Stati Uniti. Ma la vigilia e’ stata anche segnata dalle polemiche relative alla rimozione del mandato d’arresto internazionale per Ottavio Quattrocchi, l’imprenditore italiano legato ad una storia di tangenti nella quale era implicato Rajiv Gandhi.

Advertisements

Lascia un commento

Archiviato in india, Vita indiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...