Per la suprema corte, incostituzionali azioni di Musharraf durante stato emergenza

La suprema corte di Islamabad ha giudicato incostituzionale il ricorso dell’ex presidente Pervez Musharraf allo stato di emergenza il 3 novembre del 2007. In quell’occasione l’allora presidente e generale Pervez Musharraf dichiarò lo stato di emergenza, concentrando su di sé tutti i poteri, sciogliendo le camere e annullando i poteri ai giudici. Il tribunale, gremito di gente che aspettava di ascoltare quella che la stampa pachistana chiama ”storica sentenza”, era guidato da Iftikhar Muhammed Choudhry, il capo della corte suprema rimosso da Musharraf e da lui messo agli arresti prima dello stato di emergenza. La corte ha impiegato oltre 4 ore per emettere la sentenza, che e’ stata accolta da urla festanti sia dentro che fuori il tribunale. Musharraf ora rischia di essere arrestato e processato, in quanto la corte ha dichiarato ”incostituzionali e illegali” le azioni decise dall’ex presidente il 3 novembre 2007. Per Musharraf potrebbe pero’ intervenire una richiesta di esilio. In questo senso, si e’ gia’ resa disponibile l’Arabia Saudita. Oggi l’ambasciatore saudita in Pakistan ha detto che il suo paese e’ pronto ad ospitare l’ex generale.

1 Commento

Archiviato in Diario dal subcontinente

Una risposta a “Per la suprema corte, incostituzionali azioni di Musharraf durante stato emergenza

  1. Pingback: Musharraf rischia la galera, per lui si profila l’esilio « Indonapoletano’s Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...