Archivi tag: digiuno

Anche il Dalai partecipa a digiuno di domani

Anche il Dalai Lama parteciperà domani alla giornata di manifestazioni organizzata in tutto il mondo per la pace e la libertà, con un occhio particolare sul Tibet. Lo annuncia l’ufficio del leader tibetano in un comunicato ufficiale. Ieri, a seguito del suo ricovero, si era diffusa la notizia che non avrebbe partecipato alle 12 ore di digiuno. Il Dalai, 73 anni, è da ieri ricoverato per accertamenti al Lulavati Hospital di Mumbai, dopo aver sofferto problemi allo stomaco dovuti forse alla stanchezza derivata dal viaggio in Francia di 12 giorni finito la scorsa settimana. Il comunicato della segreteria del Dalai Lama informa che i medici che lo tengono in cura hanno assicurato che il leader religioso è in buona salute e non c’é nessun motivo di preoccupazione. “L’unica cosa di cui ha bisogno – conclude il comunicato – è di riposo”.

Lascia un commento

Archiviato in Free Tibet

Di digiuno, bufale, bufali e mozzarella

marassi.gif

Oggi è il mio giorno di digiuno per il Tibet. Lo ha annunciato anche il giornale, per fare in modo che non me dimenticassi. Ho accolto l’invito di Luciano Stella. Ieri speravo di farmi una mangiata come si deve, sono andato alla Fattoria del Campiglione ma non ho mangiato bene. E sono a digiuno da stamattina per tutto il giorno. Mi sarei volentieri mangiato una mozzarella. Quelle di bufale, buone, o un bel pezzo di provola. Alla faccia di chi dice che non si deve mangiare. Ma quale diossina, abbiamo mangiato per anni schifezze e mo per due sacchetti di monnezza, la mozzarella di bufala è contaminata. Sarà, ma è sempre buona. E poi, come scrive Il Mattino stamattina, i casi sono infinitesimali. Colpa della solita stampa, magari leghista. La mozzarella di bufala è buona e sana. Poi è come per la mucca pazza: ora che si conosce il problema si è certi della bontà del prodotto perchè sicuramente viene controllato. Prima, invece, nell’anarchia di controlli, qualcosa poteva sfuggire. Sta di fatto che di nuovo si lamentano ora le persone, gli allevatori, i commercianti che non vendono la mozzarella a causa di questa bufala (nel senso di cazzata). Ma quelli sono napoletani, si lamentano sempre, per qualsiasi cosa. Io invece non mi lamento. Digiuno per scelta. E domani mi mangio una grande mozzarella di bufala. Magari in mezzo al pane. Nella marsigliese. Penso di fare così. Taglio la marsigliese a metà. Fin entrambi le metà pratico un foro e tolgo la mollica. In una metà ci infilo la mozzarella di bufala, nell’altra peperoni arrostiti con olive e capperi. Rinfilo la mollica et voilà, il gioco è fatto. E domani, dopo aver incontrato il nuovo (e, ho deciso, ultimo) dietologo, andrò a cena dai cugini di Calvi dell’Umbria. Credo che dovrò rinviare l’inizio della dieta.

Lascia un commento

Archiviato in Diario indonapoletano