Meno spese per i ministri indiani

I ministri indiani dovranno tirare la cinghia. Lo ha chiesto con una lettera a tutti i membri dell’esecutivo il primo ministro Manmohan Singh. Dopo l’aumento dei prezzi della benzina, gasolio e gas da cucina e le relative proteste (che ancora bloccano il West Bengala e il Kerala) il capo del governo indiano han chiesto ai suoi maggiore austerità. Niente più incontri e ricevimenti negli alberghi a cinque stelle, drastica riduzione di viaggi internazionali per tutti i ministri. Bisogna dare l’esempio ha detto Manmohan Singh ai suoi, per cui niente più fronzoli. Tagli anche ai seminari e alle conferenze, alle consulenze e alle spese di funzionamento degli uffici. Peccato, mi mancheranno quei cocktail organizzati ogni tanto con la stampa estera dal portavoce del ministero degli esteri, per sapere cosa ne pensiamo dell’attuale situazione in India.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Vita indiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...