Falsa sparatoria all’aeroporto di Delhi

E’ tornata normale la vita all’aeroporto internazionale ‘Indira Gandhi’ di New Delhi, dove intorno all’una di notte, le 21.30 in Italia, sarebbero stati uditi colpi di arma da fuoco, circostanza poi rivelatasi falsa. La BBC aveva parlato di un attentato nel quale erano state uccise 6 persone. La notizia però è stata subito smentita. In realtà la polizia ha ricevuto una telefonata da parte di un viaggiatore in fila al terminal 4, l’ultima porta di accesso alla hall partenze dell’aeroporto di Delhi, che avrebbe sentito almeno due raffiche di spari all’esterno del terminal. I colpi sarebbero provenuti da una Toyota Qualis, un’auto simile ad un suv abbastanza comune in India, con la targa dell’Haryana, lo stato nord occidentale confinante con Delhi. Accorsa sul posto la polizia ha fatto evacuare i viaggiatori in fila ma non ha trovato nessuna prova di sparatoria, né sangue né proiettili, come ha anche dichiarato alla televisione Udayan Banerjee, responsabile della sicurezza dell’aeroporto di New Delhi. Secondo Banerjee, l’unico indizio è stata la telefonata, ma non ci sono stati testimoni sul posto che hanno confermato alla polizia di aver sentito gli spari. A causa di questo falso allarme, le partenze dei voli internazionali (il 90% dei quali parte dall’India di notte, dalle 24 alle 5 del mattino), hanno subito dei ritardi. Le autorità hanno deciso di aumentare la sicurezza nell’aeroporto di Delhi, che già ieri era stato preso sotto il controllo di un imponete cordone di sicurezza a causa di un allarme attentato scaturito da una mail di terroristi, inviando sul posto anche un reparto dell’Nsg, il National Security Guard, i reparti speciali della polizia indiana, gli stessi che hanno liberato gli ostaggi negli alberghi di Mumbai presi d’assalto dai terroristi la settimana scorsa.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Diario indonapoletano, Vita indiana

4 risposte a “Falsa sparatoria all’aeroporto di Delhi

  1. cinzia

    grazie per le informazioni.
    Mio figlio è a Calcutta e si sta spostando verso Chennai.
    Con tutti questa atmosfera cupa di allarme ha deciso di evitare areoporti e stazioni e si sta spostando in bus .attraversando l’Orissa.
    Orissa da cui sono arrivate per molto tempo gravi notizie sul fronte hindu /cristiani… non so che pensare.
    cinzia

  2. Simone

    Signora, suo figlio rischia immensamente di piu’ ad attraversarsi mezza india in autobus che a prendersi un normalissimo volo domestico, ma non per i conflitti hindu-cristiani in orissa.

  3. Nello

    Sono d’accordo con Simone.
    Ca Cinzia, leggiti il mio post sulla sicurezza all’aeroporto di Delhi e gli altri nei quali parlo di sicurezza in India (basta inserire la parola sicurezza nel motore di ricerca in alto a destra) e vedrai che tutto è sicuro-insicuro qui.
    Ma stai tranquilla, sicuramente si starà godendo almeno la traversata, vedrà posti interessanti. Solo che da Calcutta a Chennai è un po’ lunghetto, ci metterà giorni.

  4. Pingback: Allarme attentati ma nessun controllo speciale all’aeroporto di Delhi « Indonapoletano’s Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...